QUADRI IN VENDITA

 

Se poteva essere fatto meglio,

non è un McMuller

 

Quadri e Litografie

 

OFFERTE in corso

 

Ritratti a domicilio

 

E-coommerce - Pronta consegna


Condizioni generali di vendita

 

Privacy Policy

 

Cooky Policy

SITO 

 

Home

Biografia

​Curriculum artistico

Opere: serie ART & Nude ART

Opere: serie Luxury WAll ART 

Ospiti & Ritratti

Blog&News

Voglio un quadro

E-Commerce

Contatti- Newsletter

Cookie

​Privacy

ANDREAS McMULLER

 

Atelier: via P.Pasolini, 8

42023 Cadelbosco di Sopra (RE) Italia

Telefono 24/7:  +39  (0)522 152 0003

Mail: compilare il modulo nei Contatti

 

Nota: l'atelier non è ancora aperto al pubblico, registratevi alla Newsletter 

per rimanere informati sulle novità,  e

per essere invitati alle presentazioni delle nuove opere ed agli incontri fra artisti, fans, estimatori e collezionisti.

flagge-italien1011920x1080
Logo-per-Sito-art-photographerc-smusso

ATTIVO

 

579615348-bandiera-britannica-internazionalita-colori-nazionali-simbolo-politico-Copia

COMING

SOON

Open in 6/7 seconds

P1330059IIpp600xWEB

Andreas McMuller 

Nato a Verona nel Dicembre1966

 

Prima foto scattata: 1972 con la Rolleiflex di famiglia.

Da bambino ricevette gli imprint che tutt'ora lo caratterizzano: l'orgogliosa precisione della nonna austriaca, la gioviale allegria della vita pugliese, la creatività della madre veronese e la capacità di cogliere il bello in ogni dove, tipica della zia altoatesina che lo formò col suo dolcissimo esempio.

 

Prima foto seria scattata: 1991 con Nikon F3 ereditata

Sebbene "costretto" a fotografare le cerimonie di amici e parenti, (e per cataloghi, guide e siti delle aziende per le quali ha lavorato), McMuller ha scattato principalmente per diletto fino a tutto il 2011.

Prima foto artistica scattata: Maggio 2012. 

Alla mostra genovese "Da Gauguin a van Gogh", Andreas rimane folgorato da un quadro fuori tema di Monet, che gli palesa quanto una immagine ben fatta possa colpire emotivamente l'animo umano. Questo episodio alza vertiginosamente l'asticella per McMuller e causa tanto l'insoddisfazione per gli scatti finora realizzati quanto l’avvio del suo percorso artistico.

È un viaggio perpetuo che Andreas percorre con la gioiosa, sconfinata curiosità del suo bambino interiore e con la sistematica dedizione dell’adulto, ma soprattutto è un viaggio fatto di studio, di ricerca e di sperimentazione, a seguito del quale ha realizzato opere di rilievo artistico e tecnico sempre crescente, il cui valore trova riconoscimento nei premi ricevuti in occasione degli eventi d’Arte nazionali e internazionali ai quali viene ora invitato.​

CURRICULUM ARTISTICO (Eventi salienti)

2019 Marzo - Adriana Soares (artista, critico e giornalista) così scrive sulla pagina d'Arte OFF del quotidiano nazionale IL Giornale:

 

Andreas McMuller, il poeta della luce che “scrive” su linee di corpi femminili

Il corpo nella fotografia di Andreas McMuller si fonde con l’idea del tutto, allineandosi in un’unità immaginaria fatta di sussulti, un mosaico di ombre e linee lucenti.

Non avrebbe mai immaginato Andreas McMuller, fotografo di Cadelbosco di Sopra (RE), classe 1966, che dalla sua prima fotografia del 1972 con una Rolleiflex avrebbe avuto un tale successo colmo di riconoscimenti a livello internazionale, fino a diventare un architetto di forme e spazi corporei.

I suoi scatti conferiscono alle immagini purezza e candore come sculture del Canova, rendendolo un poeta della luce, che scrive su linee di morbidi e generosi corpi femminili. 

Il suo sguardo va oltre la mera rappresentazione, superando la realtà sensibile fino a raggiungere il pensiero ed il sogno. Il corpo diventa un mondo fatto di silenzi, di spazi nascosti o appena accennati, immersi in luoghi profondi, di angosciose inquietudini e fremiti, di attese e ritrovamenti, di gioiosa vitalità, di irruenza immobile, di contrastata armonia. Un corpo, un mondo ove l’essere al di là dei tanti contrasti immaginari può incontrare se stesso per rinnovarsi. 

Ecco che la promessa di felicità stendhaliana – la bellezza – diventa una certezza di salvezza

MCM2257-2048xWEB
Screenshot2019-01-0921.10.27

2019 Gennaio

cascata di premi nell'aggiornamento statistiche del sito ViewBug

 

Attualmente McMuller si confronta con i fans ed i concorrenti esteri tramite il portale ViewBug, nel quale gestisce un suo accont e partecita alle sfide ed ai molti concorsi con foto nuove e d'archivio. Le statistiche di metà gennaio 2019 sono le seguenti: su 32 foto pubblicate McMuller ha ricevuto 125 Premi e tre di esse sono state valutate come Capolavi Assoluti.

Inoltre nell'ultimo contest, con 477MILA voti Sinuosa si piazza nel "Best 30%" di ViewBug. Piace molto negli USA (42% dei like), seguono Gran Bretagna (24%) poi Canada (9%) e a seguire vari paesi europei; l'Italia nemmeno compare nelle statistiche di McMuller: che sia vero che nessuno è profeta in patria?

2018 Dicembre

Concorso d'Arte Margherita Hack - Milano

 

Splendido concorso dedicato alla memoria della Signora delle Stelle: una scienziata astrofisica ma prima di tutto una Donna, amata da tutti per la sua intelligenza e semplicità. Molte le personalità che la conoscevano e che sono intervenute per dare il proprio contributo all'evento: Amanda Lear (modella, attrice e pittrice), Don Antonio Mazzi (presbitero, educatore e personaggio televisivo), Roberto Villa (fotografo di fama internaziona-le), Antonino Zichichi (scienziato e divulgatore), Vittorio Sgarbi (critico d'Arte ma anche personaggio televisivo e politico) ed il Prof Francesco Alberoni (sociologo, giornalista, scrittore, docente e rettore italiano), oltre, ovviamente, al Presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes.

Nella cornice della galleria Milano Art Gallery, McMuller ha ricevuto tre riconoscimenti importanti: il Premio Margherita Hack, l'autografo del prof. Alberoni sulla propria brochure (cercasi abile farmacista per tradurlo) e l'asserzione di Alberoni al maestro Villa: "Questo (McMuller, ndr) devi tirartelo su, che è bravo!"

 

 

465061412033340590037656224006372964958208n
Apremio-margherita-MCMULLERANDREAS.JPG
DSC0321-2
P20181217075732OKp

2018 Dicembre

International Prize Roma Caput Mundi

 

Realizzato nel contesto della nuova rivista di Arte contemporanea Art Now, questo contest si è concluso con un'opera di McMuller arrivata al podio: gli sarà dedicata la copertina di Art Now in quanto 3° classificato  con l’opera “Sinuosa” per la seguente motivazione: "Per l'originalità e la costante ricerca stilistica. ll suo operato fornisce nuovi sviluppi interpretativi. "

 

Roma-Caput-Mundi-1920xWEB
MCM0405-SINUOSA-1920x300dpi
DSC0056.JPG
DSC0149.JPG

2018 Dicembre

Mostra collettiva Maestri Oggi -  Roma Trastevere

 

Nell'eccelente cornice di Palazzo Velli si è svolto l'evento Maestri Oggi, curato dal critico e storico dell'Arte dr. Leonarda Zappulla

Il trittico di McMuller ha fatto bella figura nonostante l'elevatis-simo il livello estetico delle opere esposte, tant'è che la critica le ha così apostrofate nel catalogo: "Le immagini evocate dagli scatti dell'artista fanno della fotografia una vera e propria esperienza emotiva. Il delicato riverbero della luce che scivola timidamente sull'incarnato delle modelle.. [...] facendo percepire più l'essenza che la presenza di queste donne avvolte nel buio. Il gioco sublime del rosso sulla schiena marmorea di 50 Sfumature accende di maliziosa sinfonia il trittico, ponendo sulla stessa linea mente, occhio e cuore di chi osserva."

L'evento ha anche benificiato della partecipazione del Maestro (con la M doverosamente maiuscola) Mario Salvo che ha fatto dono a Sinuosa di un considerevole complimento. 

978889439700000075
DSC0085.JPG
DSC0040AsusP20181213161012p

2018 Dicembre

Miami meets Milano - Miami USA

 

Il bando di selezione iniziava così: "Prendi il tuo posto assieme ai grandi dell'Arte   ...da Dominicis a Guttuso, da Pirandello a Boetti, da Lodola a ...te? 

La selezione si presentava ardua sia per l'elevato livello delle opere concorrenti, sia per l'altisonanza della prestigiosa inziativa, realizzata nel contesto di ART BASEL (la più importante fiera d'Arte del pianeta) e presentata men che meno che alla Camera dei Deputati, appoggiata dal VicePresidente del Senato Ignazio La Russa oltre che ovviamente da Salvo Nugnes e Vittorio Sgarbi e realizzata con la collaborazione del Sindaco di Miami, del Sindaco di Milano, dal Console Generale italiano, dal Presidente della regione Lombardia e  da critici e artisti rinomati a finire col Direttore del Museo Modigliani Alberto D'Atanasio

Orbene: tre opere hanno avuto l'onore e l'onere di andare a Miami coi grandi, assieme allo stesso McMuller, a mostrare l'Arte italiana ai collezionisti americani. 

Capofila la delicatissima e sempre apprezzata Pensieri, seguita però dappresso dall'indecente Night Predator, che ha ben svolto il suo lavoro attirando l'attenzione di parecchi americani. 

 

 

 

468832061895509203889303466152432930390016n
475772432269971626406984162291373708410880o
4757848822699765830731556240364005349654528o
4739826422699789130729225201362952036286464o
CONFERENZA-IN-CAMERA-DEI-DEPUTATI

2018 Novembre

ARTEFIERA di Padova - premio CAT Contemporary Art talent

 

Alla fiera dell'Arte di Padova, McMuller espone in un suo personale stand e partecipa al contest CAT: il Contemporary Art Talent è una competizione artistica aperta a tutti gli artisti presenti in fiera ...e la vince, ottenendo il Primo Premio del CAT 2018 con l'opera Curve, realizzata in modalità Museum

P20181116102929p
P20181118125215p-Copia
4649156720673582599700814670971230130536448o
8504594-2048xWEB

2018 Novembre

Mostra collettiva contro la violenza sulle donne: Mi fido di te

 

Invitato dalla dr.ssa Caterina Randazzo critico d'arte e curatore della mostra, che ha una sua particolare ragion d'essere nella concomitante giornata modiale contro la violenza, (in questo specifico caso sulle donne), McMuller partecipa con le opere Pensieri e 50 Sfumature di Rosso

4696762912178260150224098784870152404467712o
4519921612000688601314587457318988394004480n
P20181015132437p1
BiennaleInt.delleFiandre
McMullerAndreasAttestatoAmmissioneFiandre

2018 Ottobre

Biennale Internazionale delle Fiandre - Bruges - Belgio

 

Invitato dagli organizzatori, McMuller partecipa con i quadri Colline e In Rete, entrambi provenienti dal progetto McWhite.

Bellissima l' esposizione collettiva nel Museo Oud Sint Jan di Bruges, in Belgio, in mostra al museo con Picasso, Warhol e Mirò; i video della mostra sono visionabili qui  e Qui

 

 

P20181015132623p1

2018 Ottobre

Premio Modigliani - Spoleto Italy

 

Modigliani fu un gradissimo artista e, soprattutto per l'epoca, un grandissimo provocatore, tant'è che la sua prima mostra personale fu chiusa dalla Buoncostume (un reparto di polizia che all'epoca si occupava di decoro e pubblica decenza), poche ore dopo l'apertura.

Per questa ragione sono stati richiesti i quadri più estremi della produzione di McMuller, che ha ricevuto il Premio Modigliani grazie a Heaven Light (luce del Paradiso) e Night Predator (predatore notturno).  Estreme le reazioni dei membri della giuria, a tratti divertite (Salvo Nugnes presidente Spoleto Arte, Alberto D'Atanasio direttore museo Modigliani e Roberto Villa fotografo di fama internazionale) ed a tratti giustamente imbarazzate (Silvia Casarin Rizzolo Direttore d'orchestra del Teatro La Fenice di Venezia e Antonieta di Vizia della RAI), mentre Josè Van Roy Dalì (figlio di Salvador Dalì) ha trovato terreno fertile per mettere nuovamente in mostra la sua artistica ed infinita simpatia. 

International-Art-prize-Premio-ModiglianiAndreas-McMuller-920xWEB
INVITO-TELEMATICO-PER-IL-PREMIO-MODIGLIANIAndreas-McMuller-1920xWEB
8503121
IPA-Congratulations-your-work-has-been-awarded
HonorableMentionIPA2018

2018 Ottobre

Menzione d'Onore IPA: International Photo Award - LosAngeles USA 

 

Dear Andreas, it is my great pleasure to inform you that your works has been awarded an Honorable Mention in the 2018 IPA Awards - Congratulation! [...] In another tremendous year for Ipa, we received thousand of higly qualified entries from all around the world [...]

You are also invited to attent the upcoming Lucie Awards galà in New York City [...] Once again, congratulations on your great work!

​Sincerely, Hoissein Farmani, President IPA

Nota del redattore:  hanno valutato il progetto McBlack

2018 Ottobre

Premio internazionale Raffaello - Palazzo isolani, Bologna

 

A fronte della partecipazione con l'opera Candore (progetto McWhite), McMuller riceve il Premio Internazionale Raffaello dal curatore dell'evento, critico d'arte ed editore Sandro Serradifalco.

La motivazione critica rilasciata cita: "Per la particolare sensibilità artistica e per la spiccata dote comunicativa. Capacità espressive originali e raffinate, [...] Una padronanza della tecnica espressiva che si rinnova, distinguendosi con singolare forza compositiva e creativa."

8503919pp
IMG201901220002
IMG201901220003
8503238-2048xWEB

2018 Ottobre

Premio 99 Protagonisti dell'arte a cura di S.Serradifalco e V. Sgarbi 

Palazzo Isolani, Bologna 

 

McMuller partecipa a questa mostra collettiva con due immagini d'archivio: Natura molto Morta e Pensieri di donna che incontrano il gradimento dei giudici che nel catalogo così le commentano: "inquadrature di efficace intuizione simbolica, rappresentative del caduco e dell'effimero - atmosfera magica e sospesa - esalta con grande lirismo le fragili cose del quotidiano." Molto bella la motivazione del premio conferito a McMuller, il cui attestato cita letteralmente: "Per la particolare sensibilià artistica manifestata, prova di una rara e preziosa sensibilità."

 

2018 Ottobre

Pietrasanta (LU) Casa d'Asta Daliano Ribani Arte

 

Per mezzo dell'opera Curve, gli scatti del progetto McBlack realizzati con la modalità Museum, ricevono la prima quotazione ufficiale tramite la casa d'asta Daliano Ribani di Pietrasanta (in provincia di Lucca, Toscana, Italia). 

L'asta è la numero 5 ed il quadro costituisce il lotto 420. 

Il prezzo tiene conto, oltre che del valore estetico oggettivo dell'opera, dei riconoscimenti artistici ricevuti e dell'elevatissimo livello di qualità dei materiali e delle tecniche utilizzati per realizzare tale tipologia di opere. 

Il listino prezzi delle opere di McMuller viene aggiornato di conseguenza. 

 

Screenshot2018-09-1810.32.35
IMG201901210002

2018 Settembre

Collettiva Rapsodie Cromatiche - Galleria ACA, via Margutta, Roma. 

 

McMuller partecipa con il quadro Triangolazioni ed il Maestro nonchè critico d'Arte Mario Salvo (che evidentemente ha visionato l'intera produzione dell'artista), così lo cita nell'attestato di partecipazione:

"La fotografia, quella d'autore, appartiene alle alte sfere della creazione dell'Arte non soltanto per i suoi effetti strabilianti, ma per la ricerca del taglio artistico geniale. Come le realizzazioni di Andreas, pazientemente partorite da ricerche e studi maniacali sui tagli di luce che contrastino ombre appropriate ed emozionali per generare "differenza" con quelle "industriali". E qui signori c'è indubbiamente tanta stoffa da vendere!

419302491711011272340952691267285414838272o-Copia
4192644117110453356708792465727375875244032o

2018 Settembre

Mostra d'Arte Contemporanea Art Escape, Palazzo Zenobio, Venezia

 

Famoso per la meravigliosa sala degli specchi, il Collegio Armeno ospita per venti giorni le opere di McMuller in forma di mostra bipersonale: 11 quadri 100x70cm provenienti dai progetti McBlack e McColor, inclusa l'esclusiva Monna Sara, che è ancora l'unica opera fotografica realizzata da un fotografo italiano col canvas anticato. 

Il comitato artistico guidato dal direttore Prof. Angelo Bacci (Biennale di Venezia) è' composto dai curatori Loredana Trestin e Anna Rita Boccolini e da Francesca Bellola giornalista e critico d'arte, nonchè dal critico e storico dell'Arte dr.ssa Francesca Boncompagni la quale, nel presentare le opere di McMuller nel catalogo della mostra parla di: "Capolavori visivi dove l'artista, con spontaneità, riesce a catturare e sedurre la mente e il cuore di chi le osserva."

8501227R
8501234R
8501176R
8501209Rit

2018 Settembre

Mostra Spoleto Arte incontra Venezia

 

Il sontuoso contesto della Scuola Grande di S.Teodoro, in S.Marco, fa da cornice a Sinuosa e Pensieri, che dopo il successo di Spoleto sono state nuovamente selezionate per l'esposizione a Venezia. 

La giuria è stavolta composta dal Presidente Salvo Nugnes, dal critico d'Arte Vittorio Sgarbi, dal direttore d'orchestra del teatro La Fenice di Venezia Silvia Casarin Rizzolo, da José Van Roy Dalì (figlio di Salvador), Alberto D'Atanasio Direttore del Musero Modigliani, e Roberto Villa fotografo di fama internazionale. 

4288726321440375023337316976327714038874112o
AttestatodipartecipazioneperlamostraSpoletoArteincontraVeneziaAndreasMcMuller
DichiarazionecriticaSpoletoArteincontraVeneziaAndreasMcMuller
..Arte-Palermo-Premio-S.P.Q.P.

2018 Luglio

Premio Internazionale Arte Palermo - Teatro Biondo

 

Capitale della Cultura per l'anno 2018, Palermo si interroga sull'Arte; la giuria è guidata dal presidente Paolo Levi (critico di fama internazionale) e composta da Philippe Daverio (critico e docente d'Arte nonchè scrittore e personaggio televisivo), Edoardo Sylos Labini direttore del giornale OFF e Sandro Serradifalco, editore e direttore artistico del premio.

Dopo attenta analisi del curriculum e delle opere presentate, Lady Gold e 50 Sfumature di Rosso, la giuria consegna a McMuller il Premio Arte Palermo nella sonutosa cornice del Teatro Biondo. 

.attestatoconsegna2
LaRossaeLaLamborghini
volantino

2018 Luglio

Contest Lamborghini a Motta di Livenza (TV) Italy

 

Almeno Finalista con l'opera "La Rossa e la Lamborghini" dell'Art Prize Exihibition: "Tributo a Ferruccio Lamborghini" alla presenza di Fabio Lamborghini, nipote del fondatore della famosa casa automobilistica. 

8507801.JPG
8507211-Copia
DichiarazionecriticaSpoletoArteAndreasMcMuller

2018 Giugno

Spoleto Arte - a cura di Vittorio Sgarbi - Palazzo Leti Sansi 

con la partecipazione di José Van Roy Dalì (figlio di Salvador), Alberto D'Atanasio Direttore del Musero Modigliani, Roberto Villa fotografo di fama internazionale, Silvana Giacobini delle riviste "Chi" e "Diva e Donna", Carlo Motta di Editoriale Mondadori, Tony di Corcia biografo di Versace e Armani e Francesco Marano pianista di successo internazionale. 

 

Salvo Nugnes, Presidente di Spoleto Arte, nell'attestato di selezione delle opere Sinuosa e Pensieri scrive:

"La ricerca di Andreas McMuller mira alla perfezione. Nel dettaglio esiste un mondo inespresso di sensazioni ed emozioni e, attraverso la vista, acuita dalla fotografia, l'artista riesce a sprigionarlo. 

Pensieri e Sinuosa [...] portano ai massimi livelli sia la tecnica che lo stile del fotografo, che si dedica con puntiglio alla scelta di materiali di qualità e allo stabilire un gioco di chiaroscuro dinamico.  

La resa finale lascia alla contemplazione l'ultima parola.

Il celebre critico Vittorio Sgarbi invece è stato molto più conciso: ha osservato le opere ed ha detto: "Belle!" 

Poi ha messo la mano sulla spalla di McMuller e guardandolo negli occhi ha detto: "Bravo!"

Chi lo conosce sa che dette da Sgarbi, due parole tutte e due positive sono cosa rara e costituiscono un notevole riconoscimento.

8507356-1920xWEB
WhatsAppImage2018-06-30at20.11.24Rit
IMG20180601202815-2048xWEB

2018 Giugno

Stair to the Moon viene selezionata come opera meritevole e riceve il Premio Internazionale Cristoforo Colombo - Esploratori dell'Arte, presso l'acquario di Genova 

2018 Giugno

Collettiva Black&White - Palazzo Saluzzo Genova - a cura del critico Loredana Trestin - Opera Curve  in versione Museum

2018 Giugno

Collettiva Area Contesa Arte di Via Margutta in Roma - a cura della gallerista Tina Zurlo, con la critica dell'illustre Alfio Borghese (critico, curatore, art-director e giornalista) - Opera Pensieri vers. canvas

IMG201806190002
IMG201901210002

2018 Maggio

Inserimento nella Effetto Arte Collection: Artisti da Collezione

 

Il critico e storico dell'Arte Marco Rebuzzi, già conservatore del Museo Diocesano Gonzaga di Mantova, seleziona le opere di McMuller (con particolare riferimento a Curve della serie McBlack) per l'inserimento in Effetto Arte Collection. 

​L'attestato a firma di Rebuzzi, riposta la seguente motivazione: "Mi congratulo personalmente per l'elevato spessore stilistico riscontrato nell'esamina del suo operato. Il suo impegno creativo è dimostrazione di una concreta manifestazione dell'anima."

Dalla critica dell'opera Curve: [...] un lavoro di rara bellezza, perfezione tecnica e formale, attraverso l'esatta modulazione di luci e pose. [...] i suoi scatti appaiono raffinati, sontuosi, dal gusto moderno e di grande im patto emotivo. 

Albo-2048xWEB

2018 Aprile

McMuller entra nell' "Albo d'Oro dei Maestri d'Oggi"

 

A seguito dell'analisi del critico d'Arte Carla d'Acquino Mineo, la Maison d'Art di Padova, inserisce le opere di McMuller nell'Albo d'Oro. La commissione del CENTRO ACCADEMICO MAISON D'ART DI PADOVA, Le comunica che è stato selezionato sulla base della Sua qualità artistica per l'inserimento “nell'Archivio della storia dell'arte italiana” con il Suo PROFILO D'AUTORE nel sito del Centro Accademico Maison d'Art di Padova e nel volume “ARCHIVIO DELLA STORIA DELL'ARTE ITALIANA ED I FILONI STORICI DEL III° MILLENNIO”. L'inserimento consente l'archiviazione artistica delle Sue opere d'arte che acquistano un'identità storica, pubblicata nel volume con il corrispondente valore di quotazione, rilasciato con un certificato di quotazione del Centro Accademico Maison d'Art di Padova ed un attestato per meriti artistici di “Artista Eccellente”.

 

Golden-Palm-of-Visual-Arts-Nizza-2018-1200xWEB
MCM0559-CURVE-1200xWEB-conLogo

2018 Aprile

Il quadro "Curve" viene premiato col Golden Palm of Visual Arts 

 

Il quadro Curve, in virtù di rappresentante del progetto McBlack,  riceve a Nizza il Premio Golden Palm of Visual Arts.

Realizzato da uno scatto del 2016 ad una splendia modella toscana , è prodotto in tiratura limitata nella modalità Museum (ossia alla massima qualità oggi possibile), nelle dimensioni 70x100cm. 

 

 

Pensieri-Dal2048xFB
8503940.JPG

2018 Aprile

Josè Van Roy Dalì consegna a McMuller il Premio Van Gogh

 

Nella splendida cornice della sala consiliare del Comune di Monreale, all’interno del Complesso Monumentale Guglielmo II, il figlio di Salvador Dalì ha consegnato ad Andreas il Premio Van Gogh e l’Attestato di Merito Artistico che riposta la seguente motivazione: “All’Artista Andreas McMuller, capace di regalarci autentici attimi di poesia.”

L’organizzazione che ha curato ed organizzato la mostra fra le cui opere sono state scelte quelle premiate, ha specificamente fatto richiesta del quadro “Pensieri”; nella foto a destra McMuller con Dalì.

Premiazione-Dal-McMuller8503867
ArtavitaContest26-ExcellenceCertificate-AndreasMcMuller.jpeg

2018 Marzo

 

Partecipa al contest Artavita

 

che si conclude con il ricevimento del Certificato di Eccellenza in quanto finalista: Dear Andreas, We would like to thank you for participating in Artavita’s 26th Online Art Contest and I want to inform you about the results. 682 artists took part, and judging was extremely difficult, because so many noteworthy works were entered. […]You were one of the 50 runners-up, shortlisted for winning.  I attach here your certificate, and I offer you my congratulations! Best regards, Thomas Tunberg Director Artavita

 

90mcmuller

2018 Marzo

Andreas McMuller partecipa al contest FIIPA – FIOF Awards 2018

Il Fondo Internazionale per la Fotografia gli conferisce la Menzione d’Onore nella categoria “Nudi” per le opere del progetto McBlack e McWhite

2018 Marzo

McMuller viene invitato alla Fiera Internazionale dell’Arte di Venezia e vi partecipa inaugurando la nuova serie di quadri “Museum”

A partire da questo evento, Andreas ha stabilito per le sue opere di riferimento il nuovo standard “Museum” il quale prevede: una costosissima ma eccezionale stampa su carta cotone Hahnemühle (dal nero spettacolare e profondissimo ma molto, molto delicata), una cornice universale in legno verniciato a tema ed il nuovo vetro acrilico museale: anti-UV, anti-elettrostaticità e soprattutto antiriflesso.

La particolarità di questo materiale è che il “vetro” c’è ma non si vede e l’opera così realizzata può mostrarsi in tutto il suo splendore, nel fulgore dei suoi neri profondissimi e nel contempo ben protetti. Le opere scelte dalla curatrice sono, manco a dirlo, “Sinuosa” e “Pensieri”, certificate per l’occasione dal portale Patamu (diretto concorrente della Siae).

Nell’evento McMuller ha ricevuto dalle mani della dr.ssa Serena Carlino il Premio internazionale dei Dogi per la sapiente interpretazione dell’Arte con la motivazione: “La sua creatività, connubio perfetto di armonia e luce, possiede l’abilità di catturare la sensibilità dell’anima.” Durante l’evento, dette opere sono state selezionate nientemeno che dal critico Marco Rebuzzi, conservatore del Museo Diocesano G. Gonzaga di Mantova, per un’importante mostra da tenersi nel 2019 nelle sale espositive del Museo.

 

18503266
Logo-Fiera-Int.-Arte-VE
28502872
8502857-1200xWEB.JPG

2018 Febbraio

Il pittore e Critico d’Arte Franco Bulfarini, a seguito di una sua attenta analisi di McMuller e delle opere disponibili, ha rilasciato la seguente critica (completa nel sito e su PitturiAmo.it)  

  

Andreas McMuller - Se lo sguardo sulla realtà genera emozioni  

[...] McMuller, con la sua macchina fotografica, squarcia il velo di Maya, per penetrare nella realtà altra, della sorgente fonte di vita, che come dice il noto filosofo Jung: "ci ha calati su questa terra, come semi per germogliare la nostra essenza". [...]Eccolo il fotografo artistico che cerca le forme del visibile per definirne il lato nascosto, il significante. Ogni foto decanta ragioni profonde, pensieri sottostanti, la realtà nella sua essenza di bellezza, oltre nebbie ed ombre, per dissotterrare emozioni, per percorrere la via della luce.

[...] Se il dato naturalistico indubbiamente è importante per Andreas, poi mi appaiono gli scatti di una delle sue gallerie virtuali: la galleria McWhite,  e qui trovo immagini straordinarie di nudi femminili, come Candore (Torino - Febbraio 2017 - Nikon D800), Colline (Milano - Luglio 2017 - Nikon D800), Triangolazioni (Torino - Febbraio 2017 - Nikon D800). Sono scatti che conferiscono alle immagini purezza e candore; come sculture del Canova, hanno un fascino unico che è qualità.

Andreas si reinventa di continuo, come solo può fare un virtuoso. Le macchine fotografiche non gli nascondono nulla, le usa come il pittore i pennelli con sicurezza e maestria rara, egli è fotografo da oltre trenta anni, dal 1996 realizza saltuariamente servizi per aziende e dal 2012 foto d'arte, esposte in mostre e gallerie in tutt'ltalia.  

[...] Lo sguardo dell'artista va oltre la mera rappresentazione, che tutti possono fare a loro modo, egli riesce ad ottenere una misura interiorizzata delle immagini, che supera la parvenza per decantare la sostanza, quella realtà diversa ed alterata che ognuno possiede, ma che non tutti riescono ad esprimere a percepire a pieno, e tan­tomeno a condividere.

La realtà è sempre bivalente: dato di superficie e dato interiore, elemento oggettivo e riferimento soggettivo, il cui congiungersi produce una nuova realtà, che non ci era dato di conoscere e che artisti talentuosi come Andreas McMuller possono cogliere e trasmettere. 

 

MCM9645-1200xWEB
critica-standard-bulfarini-mcmuller-2018

2018 Gennaio

Due opere accedono alla Collezione Sgarbi.

Il 2018 si apre all’insegna di due specifici scatti: “Sinuosa” e “Pensieri” i quali, nei primi mesi dell’anno, hanno fatto incetta di successi, a partire dall’ingresso nella prestigiosa Collezione Sgarbi.

Certificato-di-ammissione-alla-Collezione-Sgarbi-
IMG201804250001
MCM1352-800xWEB
MCM0405-800xWEB

2017 Ottobre

Fornisce il progetto grafico e le foto per il libro di Giuseppe Greco: “I miei sonetti”. Vi pubblica scatti di Roma: il Colosseo in copertina, er Palazzaccio, il Tevere, Castel Sant'Angelo, S.Pietro, etc.

Sonetti-copertina-1200xWEB
MCM3230-1200xWEB
MCM3235-1200xWEB
Alba-Phalaenopsis-50x70o-PP8cm-1200xWEB

2017 Settembre

Mostra personale 

“La Vita Vince Sempre”  Hotel Dino, Baveno

In occasione dell’assemblea annuale della associazione S.I.S.T.E., Società Italiana di scienze applicate alle piante officinali ed ai prodotti per la salute, McMuller espone 25 stampe litografiche tratte dalle serie: “Natura” e “La Vita Vince Sempre”

M-MoonLigth70x100VPp8cmCYMK
H-CallaRosa70x100VPp8cm
MCM2208

La stampa delle litografie di McMuller avviene su una stupenda carta effetto stucco, con inchiostri atossici resistenti al tempo e garantiti non meno di 10 anni.

Erano esposti in mostra con il passepartout fronte e retro con attaccaglia centrale.

1682595612532590980428214416179605877211378o
1681946912532617413758905962321678103461188o

2017 Febbraio

Fiera dell’arte ARTEFIERA Genova

Presso lo stand della Galleria d’Arte Satura, ha partecipato esponendo 3 quadri del Progetto “McBlack”

Il soggetto è sicuramente d’appeal, ma resta grande la soddisfazione per le tante persone che si fermavano a guardare i tre McBlack, mentre nello stand di fronte c’erano opere da 100.000 euro.

 

McMuller espone in questa fiera una novità sostanziale, primo fra i fotografi italiani: la foto anticata. Un particolare procedimento del laboratorio di Milano che gli effettua le stampe invecchia la tela e fa crepare in poco tempo il supporto dell’inchiostro, ottenendo un effetto molto simile alla vernice dei dipinti d’epoca.

P20170216201252
P20170413132941
P20170216201304
P20170413133013
P1020711Vita-Cemento1-0Jpeg1200x

2016 Novembre

SATURA Art Gallery - Genova

Mostra personale “Inevitabili Rinascite”

Esposizione di 19 quadri tratto dalle serie: “Città Perdute” e “La Vita Vince Sempre”

 

Recensione del Critico Andrea Rossetti:

Lo sguardo asciutto verso una vita inquadrata alla base, trattata come espressione di natura alleggerita dagli eccessi architettonico-funzionali e sovrastrutturali che l’uomo le ha sistemato attorno.

Formalmente sgravata anche dall’uomo stesso, di una presenza tanto ingombrante che negli scatti di Andreas McMuller è categorizzata sull’essere “evanescenza implicita”, altra cosa rispetto al valore fotografico che detengono tutti quei sub-prodotti generati dall’attestazione della sua civiltà.

Nel suo linguaggio visivo McMuller ricostituisce così unitariamente i pezzi di un dibattito mai sopito tra l’essenzialità di un progresso manifesto e la natura, colei che difende la sua vitalità presentando il conto della propria esistenza in modo persistente, attiva, pervicace. Un compito antipatico sotto certi aspetti, ma anche espressivamente carico di soddisfazioni per il nostro fotografo.

Dopotutto è McMuller a certificare che La Vita vince sempre, serie orbitante attorno a un gesto fotografico in nessun modo invasivo sul fronte dell’immagine; dove l’obiettivo è specchio della sua concretezza e non cade quindi nel mood sensazionalistico-coercitivo di un qualunquismo poetico, in quanto deciso si sofferma a priori sugli aspetti potenzialmente contemplativi dello scatto. Ciò nonostante il fotografo sceglie in particolar modo risultati ampiamente comprensibili dal punto di vista narrativo, unici nel dare versione in tempo reale in cui l’etica dell’imparzialità non pesa, poiché il punto di vista sui fatti va oltre la stessa macchina fotografica.

Fenomenologia della speranza, della reale necessità di un futuro già manifesto nella partita tra un papavero e una prescindibile pavimentazione in cemento. In piedi in quel suolo, fermo in mezzo al traffico, McMuller gioisce mentre sancisce un eloquente Vita-Cemento 1-0, col suo rosso su grigio, una luce abbacinante e l’incuria visibilmente generalizzata.

Ovvero tutto ciò che costituisce senso in un fermo immagine di “stranamente ordinaria urbanità”. 

MCM1140
McMULLER26-11-16-2
3-Ombra2000x300dpi.JPG

2016 Autunno

Contest 2016 della rinomata Agenzia Fotografica MAGNUM - New York USA

Recensione di Lens Culture

Andreas, ti ringrazio molto per aver condiviso il tuo lavoro. 

[...] Negli scatti che hai inviato ci sono delle immagini molto valide.

Il tuo lavoro complessivamente funziona bene, sono molto attratto dal contrasto delle tue composizioni, nello specifico dal posizionamento del soggetto e dalla profondità (scala del soggetto).

Una delle caratteristiche forti delle tue immagini è l'uso prominente delle linee e degli angoli.

In ''il Ragazzo e la Montagna” e in ''Walking Shadow'' posizioni il soggetto nella parte esterna della cornice, ciò ti permette di riempire il resto della cornice con dettagli molto precisi. Anche le immagini seguenti presentano prospettive aree molto intense che enfatizzano la profondità spaziale implicita nella foto. ​

Inoltre sono molto incuriosito dalla tonalità generale in ''Dark Survivor'' e ''Green Scout''.

''Green Scout'' è particolarmente bella, sembra quasi che sia una foto monocromatica, infatti ho dovuto guardare molto attentamente e molto da vicino l'immagine per cogliere gli elementi di colore blu e verde.

In immagini come queste sento che il fotografo sta utilizzando volutamente e consapevolmente i colori come elemento di design. Sembra che tu stia mettendo in mostra come solo con un piccolo tocco di colore si possa creare un grande impatto nella fotografia. 

Anche ''Stair to the Moon'' è altrettanto interessante come immagine per quanto riguarda il corrimano e gli angoli della scala, e ancora una volta hai utilizzato solo pochi elementi di colore. [...] 

Mi sono divertito a guardare il tuo lavoro e l'ho apprezzato molto, spero di vederne ancora in futuro.

 

5-GrenScout2000x300dpi
6-StairtotheMoon1200xWeb

Anche ''Stair to the Moon'' è altrettanto interessante come immagine per quanto riguarda il corrimano e gli angoli della scala, e ancora una volta hai utilizzato solo pochi elementi di colore. [...] 

Mi sono divertito a guardare il tuo lavoro e l'ho apprezzato molto, spero di vederne ancora in futuro.

Targa-800xWEB
3668171-DEF-1200xWEB

2016 Luglio

Satura Art Gallery - Contest “Satura International”

Partecipa con il quadro: “50 sfumature di Rosso”

Artista premiato

 

2015 Settembre

Satura Art Gallery - Contest “SaturArte”

Partecipa con il quadro:  “Il Ragazzo e la Montagna”

Artista segnalato

 

Il Direttore Artistico Mario Napoli:

"Goethe diceva che i monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi. Così McMuller coglie l'ineffabile solitudine che si prova di fronte alla grandezza della Natura.
Dal punto di vista compositivo, si sfiora il lirismo della pittura con le sagome delle vette che si delineano all'orizzonte, di un grigio più chiaro, poetico. Lo sfasamento dell'asse compositivo a sinistra sposta lo sguardo dello spettatore che è insieme partecipe e artefice dell'esperienza del ragazzo. Le linee delle rocce scrivono un alfabeto primordiale che ha a che fare con l'intima percezione dei propri limiti. In un certo senso anche l'immagine della donna di spalle trasmette l'idea di spiare una sfera privata, ma qui l'impostazione è radicalmente diversa: è come se lei sapesse di essere guardata e si concedesse lasciando cadere quasi accidentalmente la stoffa. Un tessuto rosso, ad indicare la passione, la seduzione, la forza violenta del sentimento con un accento sull’impatto visivo. In entrambi i casi si tratta di una formazione personale dell'identità, anche se il rapporto da uno a infinito, che si presenta nel primo scatto, si ribalta nel secondo in cui la forma compositiva sembra profondamente diversa: dall'asperità dell'ambiente alla morbida sensualità del corpo abbracciato, e quindi offerto."
IlRagazzoelaMontagna1200x800WEB

Luglio 2015

Pubblica foto e articolo sul quotidiano "Il Giornale di Taranto".

 

In ferie al mare con la famiglia in quel di Torre Colimena, McMuller s'è trovato la strada bloccata da un incendio e con allegra faccia tosta si è spacciato per giornalista, riuscendo a superare il cordone di sicurezza ed a scattare le foto che il quodidiano locale ha poi pubblicato senza por tempo in mezzo, assieme all'articolo proposto da Andreas. 

L'unica remora è che il caporedattore non ha saputo trattenersi ed ha cambiato il titolo, dall'originale "Pericolo scampato grazie alla perizia dei Vigili del Fuoco" ad un più usuale terrorismo giornalistico con "Paura tra la gente". 

Vabbè ...resta la soddisfazione che le foto siano state pubblicate senza batter ciglio. 

 

 

GiornalediTaranto-IncendioaTorreColimena-McM
P1330737
P1330648

2014 Settembre

Collettiva editoriale “Visioni contemporanee”

Partecipa con quadro tratto da foto singola: “Foglie d’inverno”

 

Il Direttore Artistico Arpinè Sevagian:

"Attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, Andreas McMuller ci conduce in un mondo fatto di delicata poesia dove la natura nei suoi aspetti formali diventa lo spunto di riflessione sul mistero che l’avvolge."

 

DSCN0788-1200xcWEB

1°: 2014 Marzo

Galleria Elle TV – Mostra Collettiva “Storie e Distorsioni”

Partecipa con venti quadri tratti da altrettante foto singole e un collage

 

Il Critico d’Arte Siro Perin (dopo aver studiato l’intero portfolio):

Andreas McMuller intende l'arte come espressioni di emozioni che notoriamente non riusciamo a cogliere e perciò la funzionalità dell'arte è dunque la capacità di saper ritrovare queste emozioni per influenzare non solo lo sguardo ma soprattutto la psiche dello spettatore; il suo soggetto ideale è dunque la vita perché è piena di emozioni da scoprire.

Ecco che la fotografia impostata sulla riproduzione di paesaggi, talvolta da‎l piglio simbolico, si ammonta di altri valori quali appunto il riesumo delle cose perdute. Infatti, come afferma egli stesso, le sue foto sono la rappresentazione di una caccia al bello, anche nelle piccole cose della vita quotidiana ed inutile le quali possono, se recuperate attraverso l'interventazione artistica, offrire emozioni e perciò rivivere.

 
N201122013-P1080401-ThefamousegrilledFaunoofPompei
N3P1290195Giardino
H201122013-P1080353HDRFraTempioeMercato
A2v01122013-P1080393--EndofSunonPompei
A101122013-P1080352
H1P1290303HDR-Atriumconcatibulum
Create a website